ANTICORRUZIONE 2019: come rispettare tutte le scadenze, aggiornare i Piani Triennali, eseguire i controlli interni e conformare policy e documenti


Codice: 500009
MasterClass

Prezzo: 199,00 € cad. (I.V.A. 22% Esclusa)

Condizioni di acquisto

+
ordina-via-fax-2 lezioni

 

Descrizione e modalità

 

All'esito di un'ampia consultazione pubblica, l'Autorità Nazionale Anticorruzione ha pubblicato il nuovo Piano nazionale anticorruzione (PNA) per il triennio 2019/2021.
Con l'intento di agevolare il lavoro delle Pubbliche Amministrazioni, tenute a recepire nei loro Piani anticorruzione le indicazioni contenute nel PNA, l'ANAC ha deciso di intraprendere un percorso nuovo: rivedere e consolidare in un unico atto di indirizzo tutte le indicazioni fornite fino ad oggi, integrandole con orientamenti maturati nel corso del tempo e oggetto di appositi atti regolatori.
L'obiettivo è di rendere il PNA uno strumento di lavoro utile per chi, a vari livelli, è chiamato a sviluppare ed attuare le misure di prevenzione della corruzione.
Questa ulteriore iniziativa finalizzata a supportare le amministrazioni è accompagnata anche da novità nella veste grafica, quali la previsione di appositi riquadri per agevolare la lettura e la presenza di collegamenti ipertestuali, per facilitare la consultazione dei provvedimenti emanati dall'Autorità nel corso degli anni.

 

Le Pubbliche Amministrazioni sono tenute ad aggiornare e recepire le indicazioni contenute nel PNA nel prossimo PTPC da pubblicare entro il 31 gennaio 2020.

 

Non è sufficiente redigere la documentazione prevista nella normativa e nei Piani per essere conformi: i risultati delle verifiche e dei controlli, se analizzati in modo corretto, supportano nel valutare l'effettiva attuazione delle misure di contrasto alla corruzione.
In caso di mancata o incompleta attuazione delle policies indicate nel PTPC è il Responsabile Anticorruzione a doverne rispondere in prima persona.

 

Il nostro Master Online, pensato specificatamente per i RPTC e per i dirigenti e il personale apicale con incarichi di responsabilità in materia di anticorruzione e trasparenza, è un corso online, strutturato in 5 lezioni (3 videolezioni, slide e indicazioni + 2 lezioni teorico-operative).

 

Materiale didattico disponibile online da mercoledì 15 gennaio 2020.

 

Vantaggi e Finalità

  • FORMAZIONE OBBLIGATORIA: questo corso consente di assolvere l'obbligo formativo in materia di anticorruzione previsto per tutti i dipendenti pubblici.

Al termine del corso potrà svolgere un esame finale. Solo in caso di esito positivo riceverà un certificato di "Esperto Anticorruzione".

NB. I responsabili devono indicare all'interno del PTPC la formazione svolta annualmente.

  • Implementazione e monitoraggio delle misure anticorruzione da adottare in conformità al nuovo PNA 2019/2021 per la corretta attuazione delle policies anticorruzione e del contenimento del rischio corruttivo.
  • Flessibilità ed economicità: la formazione a distanza consente di azzerare le spese di trasferta e di organizzarsi autonomamente, senza gravare sulla propria attività lavorativa.
  • Esenzione dei limiti di spesa: la formazione obbligatoria in materia di anticorruzione e trasparenza è "fuori dall'ambito applicativo di cui al comma 13 dell'art.6 del D.L.78/2010", cioè fuori dai limiti alle spese di formazione (Corte dei Conti Emilia Romagna, Deliberazione n.276/2013).
  • Verifica dell'apprendimento step by step e possibilità di formulare quesiti al relatore.

 

RELATORE: Avv. Mauro Alovisio
Giurista specializzato nel diritto delle nuove tecnologie e nel diritto alla protezione dei dati personali, professore a contratto presso l'Università Statale di Milano, Presidente del Centro Studi di Informatica Giuridica di Ivrea Torino, formatore e autore di pubblicazioni in materia di Trasparenza, Privacy e Anticorruzione, Impatto del GDPR sulla prevenzione della corruzione.